Nelle messe del fine settimana comunicate le nuove nomine per il clero diocesano

Nelle messe prefestive di sabato 17 giugno e poi in quelle domenicali del 18 giugno è stata data comunicazione ai fedeli di alcuni nuovi incarichi per il clero diocesano.

donemilioDON EMILIO MICOTTI NUOVO PARROCO A SUNO, BARAGGIA E BOGOGNO

Nuovo parroco di Suno, Baraggia di Suno e Bogogno sarà don Emilio Micotti, attuale parroco di Massino Visconti, Brovello e Carpugnino. «Dopo la partenza per un nuovo incarico pastorale a Borgoticino di don Alberto Franzosi, le vostre comunità hanno camminato con la generosa presenza nel fine settimana di don Alberto Agnesina e di altri sacerdoti, Don Dismas, don Fabrizio e don Francesco, che hanno garantito con il loro servizio la possibilità di mantenere sempre le diverse celebrazioni liturgiche. Li ringrazio di cuore per la loro generosità e disponibilità – scrive il vescovo Franco Giulio Brambilla in una lettera indirizzata ai fedeli delle tre parrocchie. Ora, come promesso, sono in grado di comunicarvi il nome del vostro nuovo parroco. Si tratta di don Emilio Micotti, un giovane sacerdote finora parroco in alcune parrocchie del Vergante; viene con gioia e disponibilità in mezzo a voi per continuare la vostra bella storia ricca di testimonianza e di fede». Don Emilio assumerà il nuovo incarico dopo la solennità dell’Assunta, il 15 agosto. «Sono grato a don Emilio, per il servizio pastorale vissuto in questi tre anni in mezzo a voi e per la sua disponibilità ad un nuovo incarico in un’altra zona della Diocesi –  ha scritto il vescovo ai fedeli delle parrocchie di Massino, Brovello e Carpugnino. Sono consapevole che ogni cambio di sacerdote, soprattutto dopo una breve presenza, crea qualche fatica, dovendo ripartire con altre persone e costruire nuovi legami, ma le difficoltà che stiamo vivendo chiedono a tutti dei sacrifici. Le comunità che don Emilio andrà a servire attendevano da un anno un sacerdote stabile».

don antonioDON ANTONIO SODDU AMMINISTRATORE PARROCCHIALE A MASSINO, BROVELLO E CARPUGNINO –

A servire le tre comunità del Vergante come Amministratore parrocchiale sarà  don Antonio Soddu, attualmente collaboratore nella parrocchia di Romentino. «Don Antonio  è giunto nella tua comunità nel mese di settembre di due anni fa con l’impegno di completare gli studi e ottenere la licenza in teologia spirituale a Padova, dove ha frequentato i corsi in alcuni giorni della settimana, offrendo anche nello stesso tempo un valido sostegno e aiuto a te e alla tua comunità – ha scritto il vicario generale don Fausto Cossalter in una lettera al parroco don Luigi Marchetti, letta anch’essa nelle messe del fine settimana. Ora, davanti alle gravose necessità della diocesi gli è stato chiesto di iniziare un nuovo ministero. Ringrazio don Antonio per la sua disponibilità e generosità nell’accogliere la proposta e sono certo che anche la tua comunità saprà ringraziarlo per il fruttuoso ministero vissuto a Romentino. Don Antonio inizierà il servizio pastorale a Massino Visconti nei giorni immediatamente precedenti la festa dell’Assunta. Con l’assicurazione della mia preghiera saluto cordialmente te e affido alla Vergine Santissima il cammino della tua comunità parrocchiale che in questi giorni si prepara a vivere i suoi giorni di festa patronale».

vergante email

CERCASI COLLABORATORI PER LA STAMPA DIOCESANA

Invitiamo chi avesse voglia di collaborare con il settimanale diocesano “Il Sempione”, anche in modo saltuario, a segnalare il proprio nominativo all’Ufficio parrocchiale di Massino 0322/219117 (la mattina), anche per la partecipazione a questi incontri:

Domenica 19 febbraio, all’oratorio di Arona dalle 15 ci sarà un primo incontro con la Direttrice del Settimanale diocesano Manuela Borraccino, gli attuali collaboratori del Sempione e con chi volesse collaborare in futuro.

Sabato 4 marzo presso l’oratorio di Borgomanero, dalle 9,30 alle 12,30, mattinata di formazione giornalistica con Manuela Borraccino, Mario Giarda, ex caposervizio della Cronaca di Milano del Corriere della Sera, e Marcello Giordani de La Stampa.

TERMINATA LA CHIESA DI KAIZUKA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Padre Pier Giorgio, missionario in Giappone, ci ha inviato le foto della nuova chiesa di Kaizuka, appena terminata. La struttura resistente ai sismi, semplice, ma funzionale, è dedicata all’Assunta. Il giorno 11 febbraio è stata benedetta-consacrata dal Vescovo di Osaka.

Bentornato Don Avito!

Anche quest’anno Don Avito torna nelle nostre Parrocchie. Diamo un caloroso benvenuto a questo sacerdote che, oramai, per noi è un “vecchio” amico; siamo contenti che possa nuovamente essere di aiuto a Don Maurizio in questi giorni molto importanti per le nostre comunità.

Diocesi di Novara: Nuovi vicariati

La notizia è ormai di maggio, ma è il caso di ricordare e chiarire la rivoluzione “geografica” avvenuta nei vicariati del novarese dopo il XXI Sinodo Diocesano.

La diocesi di Novara è passata da 8 a 6 vicariati. Per quanto riguarda la nostra zona in particolare, sono stati accorpati Borgomanero e Arona: il nostro vicariato perde Armeno e acquista Gignese.

vicariatonord

Questa cartina aiuta a visualizzare la nuova configurazione nella zona nord del nostro vicariato. Potete trovare l’originale della cartina sul sito della Caritas Diocesana.

 

Nebbiuno 25/9: Assemblea pastorale

Domenica 25 settembre 2016 alle ore 15.00 Assemblea pastorale in casa parrocchiale a Nebbiuno per le Parrocchie di S. Giorgio, S. Leonardo e S. Agata, Immacolata Concezione di Maria Vergine.

Si parlerà di che cosa ci chiede il Sinodo novarese e delle nostre solennità (feste dei Santi, Natale, Pasqua).

4/9: Canonizzazione Madre Teresa di Calcutta

C_4_articolo_2149763__ImageGallery__imageGalleryItem_0_image(c) tgcom24.mediaset.it

Il 4 settembre 2016 alle ore 10.30, in Piazza San Pietro, papa Francesco celebrerà la Santa Messa e presiederà il rito della canonizzazione per la beata Teresa di Calcutta.

Lo scorso 17 dicembre era stato ratificato il riconoscimento di un miracolo attribuito alla fondatrice dell’ordine delle Missionarie della Carità. Si tratta del caso di un 35enne brasiliano, con una patologia mortale al cervello, guarito all’istante in modo scientificamente inspiegabile, quando ormai era in fin di vita sul tavolo operatorio, mentre la moglie implorava l’intercessione della religiosa.

Madre Teresa di Calcutta, all’anagrafe Anjezë Gonxhe Bojaxhiu (Skopje, 26 agosto 1910 – Calcutta, 5 settembre 1997), è stata una religiosa albanese, di fede cattolica, fondatrice della congregazione religiosa delle Missionarie della carità. Il suo lavoro instancabile tra le vittime della povertà di Calcutta l’ha resa una delle persone più famose al mondo. Ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace nel 1979 e il 19 ottobre 2003 è stata proclamata beata da papa Giovanni Paolo II.