4/10: San Francesco D’Assisi Patrono d’Italia – Manifestazioni

san_francescoRitratto di San Francesco realizzato da Cimabue nella Basilica di San Francesco di Assisi – da Wikipedia

Francesco nasce ad Assisi nell’inverno del 1182 da Pietro di Bernardone e Madonna Pica, una delle famiglie più agiate della città; da giovane aspirava ad entrare nella piccola cerchia della nobiltà cittadina. Di qui la partecipazione della guerra contro Perugia ed il tentativo di avviarsi verso la Puglia per partecipare alla crociata.

Il suo viaggio, tuttavia, fu interrotto da una voce divina che lo invitò a ricostruire la Chiesa. E Francesco obbedì: Abbandonati la famiglia e gli amici, condusse per alcuni anni una vita di penitenza e solitudine in totale povertà. Nel 1209 in seguito ad una  ispirazione, iniziò a predicare il Vangelo nelle città, mentre si univano a lui i primi discepoli insieme ai quali si recò a Roma per avere dal Papa l’approvazione della sua  scelta di vita.

Dal 1210 al 1224 peregrinò per le piazze e le strade d’Italia e dovunque accorrevano a lui folle numerose e schiere di discepoli che egli chiamava frati e fratelli. Accolse poi la giovane Chiara, che dette inizio al secondo ordine francescano, e fondò un terzo ordine per quanti desideravano vivere da penitenti, con regole adatte ai laici.

A Greccio, in dicembre, istituisce il Presepio, una tradizione cara alla cristianità. Nel 1224 sul Monte della Verna riceve le stimmate, il segno di Cristo e della santità. Francesco è stanco ed ammalato, il peregrinare per le predicazioni l’ha provato fuori misura, viene così curato a San Damiano, ospite di Chiara e delle Sorelle. Qui compone il Cantico delle Creature opera di alta religiosità e lirismo, che contiene
tutti gli ideali dell’umiltà e della grandezza francescana.

Sentendo prossima la fine terrena, Francesco si fa portare alla Porziuncola, in Santa Maria degli Angeli, dove muore al tramonto della giornata del 3 ottobre 1226. Il 16 luglio di due anni dopo veniva dichiarato Santo dal papa Gregorio IX. È stato proclamato, assieme a santa Caterina da Siena, patrono principale d’Italia il 18 giugno 1939 da papa Pio XII.

O alto e glorioso Dio, illumina el core mio.
Dame fede diricta, speranza certa,
carità perfecta, humiltà profonda,
senno e cognoscemento che io servi li
toi comandamenti. Amen.

In occasione della festa di S. Francesco gli ordini francescani organizzano due serate nella nostra unità pastorale:
Venerdì 7 ottobre ore 21.00 – Venerazione della croce nella Chiesa di S. Michele a Massino Visconti

Venerdì 14 ottobre ore 21.00 – “Francesco d’Assisi e il Perdono” Lesa casa Parrocchiale

Diocesi di Novara: Nuovi vicariati

La notizia è ormai di maggio, ma è il caso di ricordare e chiarire la rivoluzione “geografica” avvenuta nei vicariati del novarese dopo il XXI Sinodo Diocesano.

La diocesi di Novara è passata da 8 a 6 vicariati. Per quanto riguarda la nostra zona in particolare, sono stati accorpati Borgomanero e Arona: il nostro vicariato perde Armeno e acquista Gignese.

vicariatonord

Questa cartina aiuta a visualizzare la nuova configurazione nella zona nord del nostro vicariato. Potete trovare l’originale della cartina sul sito della Caritas Diocesana.

 

4/9: Canonizzazione Madre Teresa di Calcutta

C_4_articolo_2149763__ImageGallery__imageGalleryItem_0_image(c) tgcom24.mediaset.it

Il 4 settembre 2016 alle ore 10.30, in Piazza San Pietro, papa Francesco celebrerà la Santa Messa e presiederà il rito della canonizzazione per la beata Teresa di Calcutta.

Lo scorso 17 dicembre era stato ratificato il riconoscimento di un miracolo attribuito alla fondatrice dell’ordine delle Missionarie della Carità. Si tratta del caso di un 35enne brasiliano, con una patologia mortale al cervello, guarito all’istante in modo scientificamente inspiegabile, quando ormai era in fin di vita sul tavolo operatorio, mentre la moglie implorava l’intercessione della religiosa.

Madre Teresa di Calcutta, all’anagrafe Anjezë Gonxhe Bojaxhiu (Skopje, 26 agosto 1910 – Calcutta, 5 settembre 1997), è stata una religiosa albanese, di fede cattolica, fondatrice della congregazione religiosa delle Missionarie della carità. Il suo lavoro instancabile tra le vittime della povertà di Calcutta l’ha resa una delle persone più famose al mondo. Ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace nel 1979 e il 19 ottobre 2003 è stata proclamata beata da papa Giovanni Paolo II.

Colazza sabato 3/9: Festa Madonna della Guardia

madonnadellaguardia.jpg

Sabato 3 alle ore 20.30: Santa Messa nella chiesa di San Bernardo.

Seguirà la processione alla Cappella della Madonna della Guardia.

In caso di tempo brutto la processione sarà sospesa.

Don Vittorio Moia

don vittorio moia-2
(c) novaratoday.it

Le comunità del novarese piangono la scomparsa di don Vittorio Moia. Aveva 73 anni e per più di vent’anni è stato parroco e guida spirituale di Castelletto Ticino. Nato a Arona il 4 gennaio del 1943 e ordinato sacerdote nel 1968, aveva raggiunto il centro ticinese nel 1992. Nel 2010 aveva assunto anche l’incarico di vicario dell’Aronese e, nel 2012, quello di vicario episcopale. Il 5 ottobre del 2014 aveva partecipato all’ingresso di Don Maurizio nelle nostre Parrocchie.